I Segreti della Fitoterapia: la Prevenzione e la Cura delle Malattie con i Derivati delle Piante

I Segreti della Fitoterapia: la Prevenzione e la Cura delle Malattie con i Derivati delle Piante

La natura è spesso tormentata e distrutta dall’incuria e dall’egoismo dell’uomo, che non comprende il grande regalo che essa ci fa donandoci le piante. La mancanza di conoscenza di quella che è la fondamentale funzione delle piante e quindi l’enorme funzione che esse hanno nell’ecosistema(sistema ecologico della terra), porta l’uomo a distruggerle, tagliarle ,incendiarle al solo scopo speculativo, senza comprendere che esse rappresentano una fonte di ossigeno indispensabile per la qualità dell’aria che respiriamo. Distruggerle equivale a distruggere lentamente l’uomo. Inoltre esse sono una preziosa fonte di prevenzione e cura di molte malattie. La scienza che cura le varie malattie utilizzando le varie parti delle piante(foglie, radici, fiori, semi)è denominata fitoterapia.  La fitoterapia fin dai tempi più antichi ha aiutato l’uomo a vincere molte malattie. Essa attraverso l’energia delle piante cura l’intero organismo e al tempo stesso i sintomi specifici. La fitoterapia considera importante l’insieme di tutti i componenti di una pianta e non tende ad isolare i singoli componenti aventi azioni medicamentose( procedura seguita invece dalla medicina tradizionale). La fitoterapia è prescritta da medici specialisti e solo la corretta prescrizione ed assunzione le permettono di non avere effetti collaterali. E’ una medicina molto efficace in tantissimi disturbi fisici e psichici e ha anche una ottima azione preventiva verso le malattie.

Le erbe sostengono le tre funzioni tonica, calmante e drenante che presenti in ciascuno di noi in maniera equilibrata , assicurano la buona salute.

La funzione tonica delle erbe migliora la capacità del fisico di costruire e rafforzare cellule e tessuti; la funzione calmante permette al corpo di rilassarsi e recuperare energie, mentre la funzione drenante permette al corpo di eliminare scorie ed effettuare pulizia nel corpo attraverso i reni, il fegato, la pelle, il colon. Le erbe producono diversi effetti terapeutici e ciascuna ha un’azione specifica: Azione digestiva: zenzero, camomilla, rosmarino, salvia, basilico.

Azione lassativa: rosmarino, rabarbaro, liquirizia, zenzero.

Azione diaforetica(favorisce sudorazione e eliminazione gonfiori): salvia, maggiorana, achillea.

Azione espettorante: timo, eucalipto, ortica.

Azione diuretica: equiseto, prezzemolo, achillea.

Azione rilassante: passiflora, camomilla, valeriana.

Azione tonica: ginseng, aglio, miele, timo.

Azione cicatrizzante: calendula, melissa, achillea, aloe.

Questo elenco ci fa comprendere l’ampia possibilità di cura della fitoterapia che è in grado di curare con efficacia ed assenza di effetti collaterali , disturbi e malattie come ansia , depressione, malattie gastrointestinali, ipertensione(pressione alta), disturbi della pelle e del fegato. Alla fitoterapia ricorrono sempre più persone, grazie agli ottimi risultati che si ottengono con i preparati, all’assenza di effetti collaterali, alla semplicità, varietà e tranquillità di somministrazione e perché no anche ad un ritrovato bisogno ed attenzione per tutto ciò che è naturale.

Mirtillo: Si trova nei boschi oltre i 700 metri, con frutti a forma di bacche rotonde contenenti un succo vinoso, acidulo di gradevole sapore.

Ricco di vitamina C, zucchero e acido chimico, il mirtillo è ottimo contro l’anemia, il deperimento e la disidratazione e per la cura di disturbi dell’apparato urinario come cistiti e nefriti.Le foglie ricche di tannino sono diuretiche e hanno un’azione battericida nelle malattie infettive dell’intestino.Le sue qualità rinfrescanti ed antisettiche trovano ampio impiego nei disordini organici come affezioni intestinali, putrefazioni enteriti. A livello preventivo il mirtillo aiuta a conservare l’equilibrio della flora batterica intestinale.

Enzo Califano

Leave your comment