I colori dell’Anima

I colori dell’Anima

I colori dell’anima 

I colori che guariscono le malattie del corpo e i disagi psichici

La cromoterapia o terapia del colore, cura i disturbi fisici e i disagi della psiche attraverso l’uso dei colori. I colori non sono altro che onde elettromagnetiche che diffuse nel corpo possono risolvere problemi di salute. L’intero organismo è regolato dal funzionamento delle ghiandole ipotalamo e ipofisi e ad esempio queste sono influenzate negativamente dal buio completo; questo aspetto ci fa da solo comprendere l’enorme importanza dei colori. I vari tessuti, ghiandole e organi del corpo sono dei sistemi che vibrano con frequenze specifiche, corrispondenti alle varie tonalità cromatiche. La perdita di vibrazione da parte di un organo porta questo ad ammalarsi: la somministrazione di colore, se fatta alla frequenza giusta, porta a ristabilire la vibrazione nell’organo ammalato. Attraverso il nervo ottico i colori giungono all’ipotalamo, dove risiedono le emozioni, e quindi al sistema nervoso centrale, che attraverso le vie nervose porta le vibrazioni dei colori in quei punti del corpo dove c’è uno squilibrio. La somministrazione dei colori avviene attraverso lampade a filtri colorati, attraverso l’assunzione di cibi (es. giallo: limoni, banane etc. – rosso: ciliegie, fragole pomodori etc.), attraverso i tessuti dei vestiti, ma anche attraverso l’uso della cromopuntura che mediante sottili fasci di luce prodotti da un puntale, tipo penna, vengono applicati su zone della pelle che corrispondono ai punti dell’agopuntura; da questi attraverso i meridiani raggiungono poi i diversi organi e apparati. I colori oltre che per fini terapeutici vengono anche usati dagli psicologi per effettuare una diagnosi psicologica dello stato dell’animo umano. Il test cromatico ideato da Max Luscher, psicologo svizzero, attraverso l’uso di carte colorate ordinate secondo criteri di preferenza, permette di fare una diagnosi psicologica precisa , grazie alla corrispondenza tra colori e stati psicologici. I colori agiscono inoltre come noto anche sulla psiche: ad esempio il rosso cura l’asma, la psoriasi, rende loquaci e sereni, l’arancio stimola la tiroide ed è indicato nei casi di insoddisfazione, paura, malinconia mentre invece il giallo favorisce la digestione, stimola pancreas e timo, agisce sulla parte sinistra del cervello e nei bambini aiuta ad imparare. Il verde tonifica il sistema nervoso, è sedativo, rilassa e tranquillizza. Il blu abbassa la pressione del sangue, agisce nei casi di impotenza e frigidità, calma e rilassa. L’indaco frena il lavoro della tiroide ed efficace nelle malattie dei polmoni, inoltre rafforza le facoltà immaginative. Per finire il violetto abbassa la pressione, stimola la formazione dei globuli bianchi, rinforza gli effetti della meditazione e possiede virtù calmanti. I quattro colori fondamentali, blu, verde, rosso e giallo combinati tra loro danno luogo a tutto lo spettro cromatico. Inoltre rappresentano i quattro tipi psicologici essenziali. Ora divertiamoci a scegliere uno dei colori che preferiamo per sapere chi siamo.

Blu: chi cerca legami affettivi stabili e duraturi, un ambiente calmo e sereno, consuetudini su cui contare. Preferisce un lavoro dipendente.

Rosso: chi è attivo e dinamico, focoso, aggressivo, chi ama prestigio sociale e potere. Tendono ad assumere compiti di responsabilità in prima persona. Egocentrici. Con molte amicizie instabili.

Verde: chi sente il bisogno di autoaffermazione. Poco spontaneo; negli affetti fedele e affidabile. Preferisce un lavoro che gli da modo di comandare e organizzare.

Giallo: estroversi, persone allegre e vitali, ottimiste. Nel lavoro sono superattive e ambiziose. Gli affetti e i rapporti sono superficiali e costellati di tradimenti.

Per informazioni potete contattare i seguenti centri:

Dr. Luigi Torchio tel. 011-3174634

Centro Psicologia integrata tel. 02-29525057

Enzo Califano 

Leave your comment