L’Antica Arte del Massaggio

L’Antica Arte del Massaggio

L’antica arte del massaggio 

Con i massaggi, benefici per il corpo e per la mente

Il massaggio per migliaia di anni è stato usato come metodo per mantenere la buona salute. Probabilmente è la forma di cura medica più antica e già Ippocrate nel V secolo a.C. affermava i benefici e le virtù dei massaggi con oli profumati. Proprio per la sua azione benefica, il massaggio trova oggi molti interessati che vogliono sottoporsi alla sua dolce azione in caso di disturbi legati allo stress, insonnia, mal di testa, disturbi dei muscoli e delle articolazioni, depressione ed ansia. I suoi benefici sono riconosciuti in tutte le culture ed il suo uso terapeutico può essere impiegato per favorire il benessere generale e per accrescere l’autostima.

Un massaggio delicato può provocare il rilascio di endorfina (sostanza analgesica naturale), e determinare una sensazione di conforto e benessere. Un massaggio più forte ed intenso aiuta a distendere i muscoli tesi ed allentare le articolazioni rigide migliorando la motilità. Il massaggio inoltre favorisce il rilassamento influenzando il battito cardiaco, la pressione sanguigna e la respirazione. L’efficacia terapeutica del massaggio è dimostrata da molti studi scientifici che lo consigliano in vari disturbi con la funzione di coadiuvare le terapie tradizionali. Si conoscono diversi tipi di massaggi: il massaggio occidentale viene praticato di solito su un tavolo speciale, svestiti . Si segue generalmente il metodo basato sulle tecniche di Ling che nel corso degli anni ha subito diverse variazioni come ad esempio il massaggio correttivo per gli stiramenti muscolari o il drenaggio linfatico manuale per stimolare il sistema linfatico e rimuovere quindi le sostanze di scarto. Col massaggio biodinamico invece si rilascia l’energia trattenuta nei muscoli e nell’intestino che è causa di dolore fisico o emotivo. I terapeuti ritengono che l’intestino oltre al cibo digerisce anche lo stress e i traumi secondo un processo noto come “psicoperistalsi” che può essere migliorato col massaggio.Il massaggio orientale comprende tecniche di agopressione come lo schiatsu o il do-in che sfruttano la pressione delle mani piuttosto che lo sfioramento.

Anche gli oli essenziali sono spesso utilizzati col massaggio e grazie all’azione specifica di essi ed al loro assorbimento cutaneo è possibile incrementare i benefici del massaggio.

Ecco ora alcuni consigli di automassaggio: Contro la nausea ed i malesseri da viaggio premere sul punto sotto la piega del polso in direzione dell’anulare. Contro il mal di testa premere sul punto del dorso della mano fra il pollice e l’indice. Precauzioni da adottare in alcuni casi prima di fare un massaggio: Se si hanno flebiti, vene varicose, febbre o forti dolori consultare un medico prima di sottoporsi a qualsiasi tipo di massaggio. Non massaggiare gonfiori, fratture, contusioni o infezioni della pelle.

Durante i primi tre mesi di gravidanza non si devono fare massaggi all’addome, alle gambe ed ai piedi. Il massaggio quindi momento di rilassamento e beneficio per tutto l’organismo a patto di sottoporsi sempre in ambienti specializzati, con la presenza di operatori professionalmente preparati.

Enzo Califano

Leave your comment